FORGOT YOUR DETAILS?

To be comodino

Inserito in Bonaldo, Como Comodini

To be comodino design

 

To be comodino design

Un perfetto esempio di come poche linee, tracciate con cura e in un calibrato gioco di inclinazioni, creano un insieme di forme armonico e originale.
To Be è una collezione di mobili (comò, settimanale, comodino design) per la zona notte, perfetti per essere abbinati al letto Amlet, con cui condividono lo stile della base in metallo. La struttura del comodino design e del resto della collezione è in legno, disponibile nelle versioni laccato bianco, grigio antracite, rosso e tortora. Le maniglie del comodino design sono in frassino termotrattato. La base, realizzata in metallo verniciato, è disponibile in 3 diverse versioni e in numerosi colori: bianco, grigio antracite, tortora, giallo zafferano, rosso, verde menta.

To-be

L’azienda Bonaldo nasce nel 1936 interpretando una modernità in continuo divenire e collaborando con i maggiori designer nazionali ed internazionali.
Oltre ottant’anni di storia per realizzare oggetti che diventano memoria individuale come: la sedia pieghevole Più di Chiaramonte e Marin; il divano Pierrot di Glenn Thomas; la sedia Poly di Karim Rashid; il tavolo Big Table come emblema mondiale di Bonaldo e il Tavolo Still di Bartoli Design; il tavolo Welded di Alain Gilles; l tavolo Octa di Bartoli Design; il tavolo Tracks design Alain Gilles e inoltre lo showroom su progetto di Mauro Lipparini; di 6000 mq, il quale prende il decimo Good Design Award. Grazie a cio’ viene onorata con: “Good Design Award” , “Young & Design Award” e”Red Dot: Best of the Best”
Nel 2016 compie l’80esimo anniversario.

Bonaldo

Nato a Vicenza nel 1965, comincia la sua attività nel 1990 nel settore del design industriale collaborando al contempo come art director per prestigiose società italiane e straniere nel settore del mobile.
Su richiesta di Assarredo, progetta l’allestimento e l’immagine del padiglione «Italia» al Salone Internazionale del Mobile di Colonia nel 1992 e 1993 e, sempre nel 1992, per il padiglione italiano presso la Fiera «Wohnen & Interieur» di Vienna.
Nel 1993, partecipa all’esposizione «Dirattan» a Milano e nel 1994 all’esposizione «progetti e territori» presso la fiera «Abitare il tempo» a Verona. Alcuni dei suoi prodotti sono stati esposti al MoMA di New York. Negli stessi anni, ottiene i premi «Du Pont» a Colonia, «Young design» a Milano e «Casaidea» a Roma.
Nel 1999, apre lo STUDIO28 GINO CAROLLO con l’obiettivo di creare un team qualificato di supporto alle imprese del settore. Il design del prodotto correlato
all’ingegnerizzazione e alla realizzazione di prodotti e prototipi si è rivelato una via di accesso verso risultati concreti pluriennali e verso l’instaurazione di collaborazioni a lungo termine con i clienti. Negli ultimi anni l’attività di design industriale dello STUDIO28 si è ampliata attraverso nuovi settori di competenza tra cui uno sviluppo decisamente particolare nel settore della realizzazione architettonica di spazi espositivi e di showroom.
Oltre a Ligne Roset, lo STUDIO28 GINO CAROLLO collabora anche con Interlübke, Bonaldo, Draenert e Porada.
Con bonaldo creà il comodino design appartenente alla collezione To Be.

TOP UA-44804781-1
Open chat