FORGOT YOUR DETAILS?

Orange evolution cucina

Inserito in Cucine Moderne, Snaidero

cucina isola centrale Orange evolutionOrange evolution cucina isola centrale

 

Descrizione

Orange evolution cucina isola centrale

Ricca ed insieme leggera, da scoprire nei suoi dettagli estetici e costruttivi, attentamente studiati nei contenuti e nella progettualità. Si presenta così Orange, la nuova nata in casa Snaidero: un progetto dal design giovane, fresco ed estremamente pulito; un disegno essenziale dietro al quale si cela una straordinaria ricchezza di particolari, funzionali ed estetici, sintesi di uno sviluppo incentrato sulla valorizzazione del prodotto soprattutto nei suoi contenuti funzionali e progettuali.
Una cucina isola centrale concentrata sull’essenziale, la si potrebbe definire.

Dal punto di vista Estetico Orange si presenta con un design moderno e dinamico, trendy ma non prevalente; il tratto distintivo del progetto è il “segno” di continuità tra un elemento e l’altro: Orange è una cucina isola centrale concepita con gola nella struttura, e di conseguenza (come cucina isola centrale) dal carattere chiaro ed elegante.
Nelle colonne la gola si sviluppa in un continuum verticale a tutta altezza. La pulizia estetica si deve alla scelta di una maniglia a scomparsa in lega dialluminio verniciato, che, inserita sul bordo superiore delle ante delle basi e sul bordo verticale delle ante delle colonne, garantisce un’apertura confortevole ed ergonomica.
Oltre che dal disegno pulito e senza sbavature, l’identità di questa cucina isola centrale nasce dall’equilibrio delle sue proporzioni: il piano di lavoro e i fianchi sono realizzati in uno spessore armonico (1,3 cm) e valorizzano il carattere unitario e rigoroso della cucina isola centrale. Il piano di lavoro esteticamente leggero ed elegante, in realtà hauno spessore complessivo di 4,3 cm per garantire tutti i presupposti di solidità e funzionalità di un progetto di qualità. Alla leggerezza formale di piano e fianchi fa da contrappeso anche lo spessore a 22 mm dell’anta: nel complesso spessori, spigoli smussati, ed ergonomici e altezza di impugnatura ottimale garantiscono
un’apertura pratica di cassetti, cestoni ed ante.

La vera forza del progetto ORANGE si esprime, tuttavia, nell’intelligenza della sua CONCEZIONE TECNICA: l’azienda ha puntato a sviluppare un sistema progettuale COMPATTO e fortemente CONCENTRATO, grazie alla focalizzazione della cucina isola centrale su elementi mirati sui quali è possibile una STRAORDINARIAFLESSIBILITÀ COMPOSITIVA. Grazie ad un’importante sforzo progettuale, ORANGE elimina il concetto di “fuori misura” consentendo di lavorare con basi, pensili e armadi letteralmente con uno standard “a misura”. Ciò permette lo sviluppo di infinite soluzioni compositive con una grande valorizzazione del contenimento grazie alla flessibilità in altezza e larghezza dei mobili che non spreca spazi, anzi li sfrutta al massimo.
E’ stato completamente ripensata l’organizzazione del contenimento in termini di accessori e attrezzaggio: una proposta “ragionata” per migliorare la qualità del lavoro in cucina. Gli interni di cassetti, cestoni e colonne sono stati progettati con fondo in finitura legno e attrezzati con accessori in legno frassino sbiancato: perfetta organizzazione degli interni, qualità sensoriale ma anche funzionalità multitasking, grazie alla possibilità di utilizzo in maniera dissociata degli accessori sia per gestire il contenimento interno sia per supportare l’operatività mediante una collocazione sullo schienale.
Anche quest’ultimo è stato attrezzato con una serie di esclusivi accessori volti a migliorare la qualità dell’operatività nella tua cucina isola centrale: piccole soluzioni per grandi comodità.
Un’elegante mensola sottopensile in legno frassino (disponibile anche in laccato bianco) è stata progettata per alloggiare una serie di accessori funzionali all’operatività domestica e non: dalla macchina per il caffè all’elemento porta lettere, dalla lavagna magnetica ad una moderna stazione multimediale altamente integrata con la cucina isola centrale.

La convergenza delle tecnologie sul digitale rende infatti possibile un’integrazione armonica con gli elementi più tradizionali di questa cucina isola centrale rendendo possibile l’ascolto di musica, l’acquisizione di informazioni, il gioco e la comunicazione esterna senza uscire dalla tua cucina isola centrale e senza impaccio nei movimenti. Tutto questo è possibile in Orange grazie a una docking station per collegare i-pod e lettore mp3, uno schermo LCD da 9 pollici con lettore DVD integrato, porta USB e scheda SD per poter vedere foto, film, file mp3. Soluzioni smart anche rispetto alle nuove necessità quotidiane, con soluzioni “differenziate” per l’organizzazione e la gestione dei rifiuti domestici (attrezzaggio sottolavello e in aggiunta basi progettate ad hoc da 45 o da 60 con 4 o 2 contenitori per rifiuti). Ma Orange oltre che bella e funzionale è stata concepita per essere anche “green”: una cucina isola centrale che sa guardare lontano, perché progettata secondo criteri di qualità che proteggono l’ambiente, migliorando la qualità della vita in casa; una scelta responsabile a partire dai materiali con cui è fatta sino alle sue soluzioni tese a migliorare la qualità della vita domestica e dell’ambiente.
Per quanto riguarda le opzioni di illuminazione, Orange cucina isola centrale propone ad un prezzo estremamente competitivo, oltre ai tradizionali sistemi di illuminazione fluorescente, anche la moderna tecnologia led. Le lampade a Led consumano meno energia di tutte le altre, perché sono molto più efficaci nel trasformare la corrente elettrica in luce e la loro vita è più lunga rispetto ad una ad incandescenza (mediamente 50.000 ore, che possono arrivare anche a 100.000, in condizioni ottimali di impiego). Numerosi i vantaggi: risparmio energetico fino all’80% rispetto ad una normale lampada; una durata fino a 10 volte superiore; non producono raggi ultravioletti, quindi nessun danno per la salute; generano pochissimo calore.
Inoltre con Orange a listino è compresa la possibilità di scegliere un innovativo SISTEMA ACQUA, vale a dire un impianto sottolavello (dimensioni compatte hxlxp 44x23x45 cm) per filtrare, raffreddare, e rendere effervescente l’acqua potabile: una scelta che si traduce in vantaggi concreti. Più spazio libero in casa ed in frigorifero, un risparmio che per una famiglia di 4 persone è stato stimato fra 300 e 500 euro all’anno e…un ambiente più pulito: ogni anno per imbottigliare l’acqua minerale vengono usati nel mondo oltre 2.6 milioni di tonnellate di plastica. Inquinamento che aumenta ulteriormente per i consumi legati al trasporto delle bottiglie e per il loro successivo smaltimento.

Ed inoltre grande APERTURA AL LIVING. Complementi d’arredo dall’estetica giovane e fresca sono stati sviluppati per arricchire la proposta di soluzioni d’arredo moderne per la tua cucina isola centrale: tavoli, panche e sgabelli, elementi a giorno, riprendono l’essenzialità e la naturalità delle linee rispecchiandone le proporzioni. E’ possibile personalizzare i cuscini di panca e sgabelli con una selezione di originali e sofisticati tessuti a marchio Ken Scott. Una collaborazione esclusiva di Snaidero con uno dei brand più conosciuti al mondo nel settore del tessuto per la casa.
Flessibilità compositiva, leggerezza formale, accurato studio dei particolari costruttivi, soluzioni funzionali “smart”, prezzo accessibile: la sintesi di una raffinata proposta di industrial design, qualificata da una filosofia in cui il design è realmente al servizio di spazi abitativi, qualità e funzione.

 

Design

Nato nel 1970, Michele Marcon frequenta la specializzazione in arte grafiche, per poi diplomarsi dapprima in maestro d’arte e poi in grafico pubblicitario.
Frequenta corsi di specializzazione in industrial ed interior design. Viene a conoscenza dello studio Lino Codato designer dove avrà una collaborazione ventennale, che gli ha aperto una conoscenza a 360° in tutti i settori del mobile e dell’architettura d’interni, rafforzando così il proprio bagaglio culturale.
Nel 2008, intraprende la libera professione, continuando a proporre idee di progettazione innovative ed armoniche che possano soddisfare le esigenze del cliente e del committente.

 

Azienda

Snaidero

La Snaidero nasce nel 1946, a Majano (UD), fondata da Rino Snaidero, da cui l’azienda prende il nome.
Dopo diversi anni di produzione puramente artigianale, negli anni sessanta l’azienda si trasforma in industria vera e propria.
L’enorme crescita della Snaidero la trasforma in poco tempo, portandola ad aprire diverse sedi e stabilimenti prima in Europa e successivamente nel resto del mondo. Gli anni settanta ed ottanta vedono insomma l’azienda sempre più lanciata verso l’internalizzazione.
Gli anni novanta sono gli anni in cui la Snaidero comincia a rilevare altre aziende europee, portando a maturazione il processo di insediamento a livello europeo. Nel 1993 viene acquistata la Rational, mobilificio tedesco, che costituisce il punto d’ingresso nel mercato della Germania.
Nel 1996, in occasione del 50º anniversario dell’azienda e del 75º compleanno di Rino Snaidero, troviamo un importante cambiamento; questi decide di cedere la poltrona della presidenza a suo figlio, già amministratore delegato, Edi Snaidero.
Nel 2000 viene fondato il Gruppo Snaidero, il cui motto è «Molte diversità, un solo grande gruppo».
Per Snaidero l’innovazione è un principio fondamentale della sua mission aziendale. Difatti applica la metodologia progettuale più moderna dell’universal design che permette la progettazione di arredi accessibili a portatori di disabilità.
Snaidero si avvale della collaborazione dei più influenti designer internazionali come Pininfarina, Pietro Arosio e Massimo Iosa Ghini per l’accurata progettazione dell’ambiente cucina.

 

TOP UA-44804781-1
Open chat