FORGOT YOUR DETAILS?

Il sonno e la salute

Inserito in Materassi e Reti, News

Il sonno e la salute

 

IL sonno è la cultura della salute è migrata da un approccio povero verso un modello culturale più evoluto. E’aumentata l’attenzione per il benessere e la comodità ed è quasi scomparsa la trascuratezza verso questi importanti dettagli. Il benessere quindi viene considerato come uno stato non solo fisico, ma anche mentale. Quindi ha un ruolo fondamentale ed è in grado di cancellare la stanchezza di una giornata e darci il carico di energie per affrontare la giornata.

 

 

sonno (1)

 

Il sonno

Troviamo riferimenti e citazioni sul sonno perfino nel romanzo del 600 “Don Chisciotte” dove descrive in forma poetica le virtù del sonno. Il sonno svolge infatti funzioni indispensabili per la nostra sopravvivenza; permettendo il recupero delle energie, ma anche il rafforzamento ed il consolidamento della memoria attraverso la rimozione di ricordi irrilevanti fornendo un rifugio dagli affanni della vita.

Questo comportamento naturale dell’uomo consiste in un complesso fenomeno psico-fisiologico che compare ciclicamente una o più volte nel corso delle 24 ore, caratterizzato da una modificazione della coscienza con la quale è consentita una diminuzione di reattività all’ambiente esterno, ma la continuità di processi fisiologici del corpo e della mente diversi da quelli della veglia.

Per raggiungere quest’obiettivo devono essere soddisfatte quattro condizioni:
A) che il sistema letto sia adeguato al nostro fisico (altrimenti sono dolori – in senso letterale);
B) che si producano le condizioni esterne migliori (buio, silenzio, temperatura ideale, etc.);
C) che il nostro fisico sia a posto;
-che nessun pensiero ci disturbi.

Possiamo, infatti, anche dormire per l’intera notte, ma al risveglio sentirci tutt’altro che ristorati. E in questo caso dovremo scoprire quale delle quattro condizioni non si è verificata e perché.

La durata media del sonno notturno nell’adulto è di 7 ore e 45 minuti, ma con ampie differenze interpersonali.
Ci sono infatti i “lunghi dormitori”; che hanno bisogno di almeno 9-10 ore per un sonno ristoratore, e i “brevi dormitori” ai quali bastano 4-5 ore; ci sono le “allodole”, che hanno tendenza ad addormentarsi e a svegliarsi presto, e i “gufi”, che hanno tendenza invece ad addormentarsi e a svegliarsi tardi.

consorzio materassi

TOP UA-44804781-1
Open chat
Powered by