FORGOT YOUR DETAILS?

Greeny tavolo

Inserito in Bonaldo, Tavoli

Un tavolo che esprime il benessere che deriva dalla natura: (tavolo marmo ovale) Greeny, un nome che rivela simpaticamente la sua personalità.

 

Greeny tavolo marmo ovale

Un tavolo che esprime il benessere che deriva dalla natura: (tavolo marmo ovale) Greeny, un nome che rivela simpaticamente la sua personalità.
Il piano è realizzato in quattro tipi di marmo o in cristallo, nelle due forme ovale e rotonda. La base è in legno massello disponibile in due diverse finiture: noce americano e frassino naturale o grigio.

Finitura base tavolo marmo ovale:
Legno: massello noce americano, massello frassino spazzolato grigio e massello frassino spazzolato naturale.

Finitura piano tavolo marmo ovale:
Cristallo extrachiaro trasparente, extrachiaro acidato bianco e acidato nero.

Marmo: Calacatta lucido, Bianco Carrara lucido e Marquinia lucido e infine Emperador lucido.

Dimensioni tavolo marmo ovale:

altezza 75 cm

120 larghezza 120 cm
140 larghezza 140 cm
160 larghezza 160 cm
180 larghezza 180 cm
215 larghezza 215 cm e profondità 115 cm
240 larghezza 240 cm e profondità 120 cm

L’azienda Bonaldo nasce nel 1936 interpretando una modernità in continuo divenire e collaborando con i maggiori designer nazionali ed internazionali.
Oltre ottant’anni di storia per realizzare oggetti che diventano memoria individuale come: la sedia pieghevole Più di Chiaramonte e Marin; il divano Pierrot di Glenn Thomas; la sedia Poly di Karim Rashid; stesso il tavolo Big Table come emblema mondiale di Bonaldo e il Tavolo Still di Bartoli Design; il tavolo Welded di Alain Gilles; l tavolo Octa di Bartoli Design; il tavolo Tracks design Alain Gilles  inoltre lo showroom su progetto di Mauro Lipparini, di 6000 mq, il quale prende il decimo Good Design Award. Grazie a cio’ viene onorata con: “Good Design Award” , “Young & Design Award” e”Red Dot: Best of the Best”
Nel 2016 compie l’80esimo anniversario.

Bonaldo

Nato a Vicenza nel 1965; comincia la sua attività nel 1990 nel settore del design industriale collaborando al contempo come art director per prestigiose società italiane e straniere nel settore del mobile.
Su richiesta di Assarredo, progetta l’allestimento e l’immagine del padiglione «Italia» al Salone Internazionale del Mobile di Colonia nel 1992 e 1993 e, sempre nel 1992, per il padiglione italiano presso la Fiera «Wohnen & Interieur» di Vienna.
Nel 1993, partecipa all’esposizione «Dirattan» a Milano e nel 1994 all’esposizione «progetti e territori» presso la fiera «Abitare il tempo» a Verona. Alcuni dei suoi prodotti sono stati esposti al MoMA di New York. Negli stessi anni, ottiene i premi «Du Pont» a Colonia, «Young design» a Milano e «Casaidea» a Roma.

Nel 1999, apre lo STUDIO28 GINO CAROLLO con l’obiettivo di creare un team qualificato di supporto alle imprese del settore. Il design del prodotto correlato all’ingegnerizzazione e alla realizzazione di prodotti e prototipi si è rivelato una via di accesso verso risultati concreti pluriennali e verso l’instaurazione di collaborazioni a lungo termine con i clienti. Negli ultimi anni l’attività di design industriale dello STUDIO28 si è ampliata attraverso nuovi settori di competenza tra cui uno sviluppo decisamente particolare nel settore della realizzazione architettonica di spazi espositivi e di showroom.
Oltre a Ligne Roset, lo STUDIO28 GINO CAROLLO collabora anche con Interlübke, Bonaldo, Draenert e Porada.

Greeny lo puoi personalizzare presso lo showroom a Maddaloni, Caserta.

Arredamenti Sforza

TOP UA-44804781-1